All News

Surrau USA Tour – Febbraio 2017

Il tour di febbraio 2017 negli Stati Uniti è iniziato con l'ormai tradizionale Gambero Rosso Tre Bicchieri con le due principali tappe di New York (al metropolitan Pavillion) e San Francisco (al Fort Mason Center). Confermato il successo e la risposta degli operatori, con migliaia di partecipanti.

"Abbiamo anche quest'anno partecipato con soddisfazione agli eventi del Gambero Rosso negli states, mercato che riteniamo tra i più importanti a livello internazionale e nel quale Surrau ha consolidato i rapporti di collaborazione con gli importatori storici di California e Florida oltre ad aver aperto nuove e promettenti partnership con ID Beverage Group per New York e gli stati della East Cost e Cantiniere Imports&Distributing per Washingtone DC e Virginia. Il Vermentino rappresenta il vitigno emergente che più sta destando curiosità e attenzione negli USA e in molti altri mercati internazionali. Consapevoli della qualità vitivinicola sarda e dell'eccellenza di quella del Vermentino di Gallura DOCG, crediamo di poter essere protagonisti nello scenario del constante sviluppo e apprezzamento del vino Italiano nel mondo", così commenta Tino Demuro amministratore delegato di Surrau.

 

Le attività della cantina sono proseguite con le degustazioni ad Arlingtone e Baltimora (Virginia) supportate da Cantiniere Imports&Distributing.

 

Ultima tappa del tour è stata la partecipazione al Boston Wine Expo (in partnership con ID Beverage Group), la principale manifestazione dedicata ai vini nella capitale dello stato del Massachusetts.

 

3_bicchieri_760x200_per_news_2.jpg

 

Grande apprezzamento in tutte le manifestazioni e attività per i Vermentini di casa Surrau, "sciala Vermentino di Gallura D.O.C.G. Superiore", "Branu Vermentino di Gallura D.O.C.G." e per i rossi espressione del territorio com il "Sincaru Cannonau di Sardegna D.O.C." e dell'eccellenza qualitativa in cantina come il "Barriu I.G.T. Isola dei Nuraghi". 

top
Cookies help us to provide our services. Using these services, you agree to the use of cookies by us. More Information